Microsoft investe sulla trasformazione digitale

Dopo l’annuncio di qualche giorno fa di Amazon relativamente al deployment del Datacenter AWS fisicamente posizionato nel nostro paese, a Milano, ecco pronta la replica di Microsoft che investe in Italia (sempre su Milano) con i relativi vantaggi che ne conseguono in termini di bassa latenza e di controllo su dati e contenuti, che rimangono sul territorio italiano.

5 anni di investimenti e un piano di interventi specifici per il rilancio e lo sviluppo della tecnologia e dei servizi cloud. Microsoft annuncia in Italia programmi legati alla riqualificazione digitale, dei sistemi e delle competenze. La parola di fondo è innovazione. Molte le partnership strette dal colosso Americano per sostenere la crescita locale.

Jean-Philippe Courtois, vicepresidente esecutivo e presidente, Microsoft Global Sales, Marketing and Operations annuncia il piano di investimenti da 1,5 milioni di dollari in Italia a sostegno della ripartenza delle imprese, segnando la chiave di volta per nuove opportunità di business e rispondere a nuove e difficili sfide che la tecnologia ci impone. Rispondere a conformità e parametri di sicurezza.

Courtois dichiara: “l’Italia si conferma un hub per attrarre investimenti, innovazione e sviluppo”.

La strategia di Microsoft potrebbe rappresentare una soluzione per accelerare il processo di innovazione per quanto riguarda i servizi basati su cloud, sicurezza, intelligenza artificiale e mondo IoT.

Il progetto risponde alle linee guida del complesso piano “Ambizione Italia #DigitalRestart” pensato e sviluppato al servizio della trasformazione digitale italiana, in altre parole crescita economica.

Dalle istituzioni si ribadisce l’importanza di orientare le spese e gli investimenti nell’ottica di una trasformazione digitale, attraverso l’implementazione di “innovazione e sviluppo etico e sostenibile”. Viene ribadita la volontà di sviluppare ed investire su progetti tecnologicamente avanzati sfruttando anche le potenzialità dell’intelligenza artificiale per applicarli ai servizi, alla produzione, sfruttando le potenzialità offerte dal Cloud con un occhio di riguardo per le piccole medie imprese italiane, che hanno l’obiettivo di velocizzare il processo innovativo sull’area che traina l’Italia

Poste Italiane è tra le aziende che attivando collaborazione tecnologica, beneficerà della rete innovativa. La sinergia tra il Cloud Microsoft in Italia e Poste italiane viene messo a sostegno dello sviluppo delle competenze digitali, nell’ottica di collaborazione tra pubblico e privato, imprese, aziende e startup.

microsoft-azure

Il piano segna un’importante pietra miliare verso la fornitura di servizi cloud di livello aziendale a livello globale, per un totale di 61 “Region” annunciate, con Microsoft Azure disponibile in oltre 140 paesi.

Con il termine “Region” si fa riferimento su Azure ad un insieme di più datacenter che risiedono in una specifica area geografica e che sono connessi tra di loro tramite una network a bassa latenza. La nuova Region di Milano fornirà alle aziende l’accesso ai servizi cloud di livello enterprise di Microsoft.

I clienti Microsoft Azure locali con requisiti di residenza dei dati saranno in grado di archiviare i loro contenuti nel paese, con la certezza che mantengono il controllo completo sulla posizione dei loro dati, mentre i clienti che creano applicazioni conformi al Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) avranno accesso ad un’altra regione dell’infrastruttura Azure protetta nell’Unione europea (UE) che soddisfa i massimi livelli di sicurezza, conformità e protezione dei dati.

Inoltre, le organizzazioni italiane – dalle startup alle imprese fino al settore pubblico – avranno infrastrutture nel loro paese per sfruttare tecnologie avanzate come analisi, intelligenza artificiale, database, Internet of Things (IoT), machine learning, servizi mobili, serverless e altro ancora da guidare innovazione.

Centinaia di clienti e partner in Italia stanno già guidando la trasformazione del business con i servizi cloud di Microsoft, tra cui Barilla, CNH Industrial, Eni, Generali, Invitalia, Luxottica e Snam. Secondo una ricerca congiunta condotta dal Politecnico di Milano School of Management e Microsoft Italia, la creazione di una Region di datacenter di queste dimensioni in Italia potrebbe generare oltre 10.000 opportunità di lavoro e circa 9 miliardi di dollari di impatto commerciale diretto e indiretto entro la fine del 2024. Questa previsione comprende la costruzione e le operazioni di datacenter, nonché opportunità per le imprese e l’ecosistema tecnologico. Microsoft offre oltre 90 certificazioni e spende $ 1 miliardo ogni anno in sicurezza informatica per affrontare la sicurezza in ogni livello del cloud.

“In questo momento di cambiamento, è importante creare una collaborazione pubblica e privata e unire le forze tra le aziende. Questo piano crea una piattaforma di crescita per milioni di italiani. La nuova area di datacenter fornirà servizi intelligenti e sicuri e continueremo a collaborare con i nostri clienti per reinventare i loro modelli di business creando società più innovative”, ha affermato Silvia Candiani, direttore generale di Microsoft Italia.

Ambizione-Italia#DigitalRestart

Competenze, sostegno alle imprese e programmi di istruzione per far crescere le opportunità di lavoro italiane. “Ambizione Italia #DigitalRestart” include anche un’importante attenzione alla capacità di stimare circa 1,5 milioni di studenti, professionisti e cittadini disoccupati nei prossimi tre anni con il nostro partner Fondazione Mondo Digitale e il Partner Academy Program.

Microsoft sta, inoltre, formando un comitato consultivo composto da amministratori delegati di aziende leader per identificare le priorità per potenziare lo sviluppo delle persone, nonché condividere le loro competenze e le migliori pratiche per le nuove iniziative in materia di abilità e occupabilità.

Per consentire la produttività e l’innovazione delle PMI per tutte le imprese italiane, Microsoft e partner selezionati, tra cui Borsa Italiana, Cariplo Factory, Confindustria, EY, OGR Tech, Politecnico di Milano, Poste Italiane, Sace, UniCredit e Vodafone Italia, creeranno anche programmi per le imprese locali con particolare attenzione alle PMI, che offrono i servizi cloud di Microsoft a circa 500.000 aziende e startup in Italia.

Infine, Microsoft ha annunciato nuovi “hub AI” in Italia per aiutare le aziende dei settori strategici chiave ad approcciare le potenzialità offerte dall’Intelligenza Artificiale con risorse locali dedicate da Microsoft, i partner, ricercatori delle migliori università, centri di innovazione e startup.

Vuoi organizzare una sessione demo per capire meglio le potenzialità offerte dalla soluzione Microsoft Azure? Contattaci in modo da poter testare le perfomance dei servizi Cloud Microsoft Azure nella nuova Region Italia!

X