Windows Virtual Desktop su Azure: Cosa sono

Windows Virtual Desktop o “WVD” è un servizio di virtualizzazione di desktop e applicazioni che risiede nel cloud ed è quindi accessibile dagli utenti che utilizzano un dispositivo di loro scelta. Lo si può pensare ad un Desktop As A Service basato su tecnologia Azure.

WVD offre un’esperienza utente basata su Windows, con un accesso in multi-sessione personalizzabile e persistente.

Sebbene possa sembrare fuori dall’ordinario utilizzare i desktop dal cloud, questo rappresenta il prossimo passo nell’evoluzione della trasformazione digitale. Analogamente alla delivery delle applicazioni aziendali basate sul Web ai vostri dipendenti e clienti, ora è possibile distribuire rapidamente desktop con lo stesso potenziale di scalabilità.

Definendo il desktop tramite software, si riduce la dipendenza dall’hardware e si riducono i cicli di vita del prodotto. Sebbene la VDI tradizionale raggiunga questo obiettivo, la distribuzione di una piattaforma desktop cloud è molto più semplice dal punto di vista della configurazione e dell’implementazione, beneficiando della potenza, della sicurezza e della scalabilità di Azure.

Benefici dei Windows Virtual Desktop

Le aziende stanno subendo le trasformazioni digitali per diventare sempre più agili e Windows Virtual Desktop è un ottimo esempio di flessibilità. Gli utenti possono accedere alla loro esperienza desktop, indipendentemente dalla posizione in cui si trovano. L’accesso può essere effettuato da qualsiasi dispositivo che contenga l’applicazione client nativa WVD o un client Web HTML5 di Windows Virtual Desktop.

Windows Virtual Desktop

Ecco un elenco dei benefici dei Windows Virtual Desktop.

  • Virtualizzazione sia dei desktop che delle applicazioni con relativa associazione agli utenti
  • Virtualizzazione e delivery in un ambiente ottimizzato della piattaforma Office 365 ProPlus
  • Riduzione dei costi CAPEX riducendo l’impatto sul ciclo di vita degli hardware
  • Riduzione dei costi mettendo in comune le risorse in modalità multisessione e riducendo il numero di macchine virtuali nel tuo ambiente
  • Pubblicazione su diversi host pools, in modo da soddisfare le diverse esigenze dei workloads necessari 
  • Gestione unificata e semplificata dell’infrastruttura client

Requisiti Windows Virtual Desktop

Requisiti Windows Virtual Desktop

Ecco i requisiti per implementare una infrastruttura Windows Virtual Desktop, per la fruizione di soluzioni VDI o RemoteApp:

  • Accesso ad una Azure Active Directory.
  • Utenza di Global Administrator di 365, oppure owner della sottoscrizione Azure.
  •  In caso di scenario hybrid con una Active Directory On-Prem, sono necessarie le credenziali di Domain Admins dell’AD locale.

 Versioni di Sistema Operativo Supportate

  • Windows 10 Enterprise multi-session, versione 1809 o superiore
  • Windows 10 Enterprise, versione 1809 o superiore
  • Windows 7 Enterprise
  • Windows Server 2019
  • Windows Server 2016
  • Windows Server 2012 R2

Creazione degli Host Pool dal portale Azure:

Una volta autenticati nel portale Azure e fatto accesso alla Blade “Windows Virtual Desktop”, sarà possibile creare il Pool di VM su cui gireranno le varie applicazioni o i desktop pubblicati.

Creazione Host pool da Azure

Nella creazione del pool ci verrà richiesto se gestirli in modalità Personal (persistente) oppure nella modalità Pooled (non-persistente)

Virtual desktop personal o pooled

Proseguendo nel wizard ci verranno richiesta le informazioni del virtual hardware associato alle VM che manterranno le applicazioni pubblicate, indicandone tipologia, numero di VM e sistema operativo disponibile come immagine per quella configurazione.

Pubblicazione dell’Applicazione (Remote App)

Terminata la creazione del pool di VM sarà possibile aggiungere l’applicazione da pubblicare, selezionando i parametri di riferimento dell’applicazione e successivo assegnazione agli utenti della Azure Active Directory.

Pubblicazione applicazione Azure

Come accedere all’ambiente Virtual Desktop

Esistono diverse modalità di connessione ai Windows virtual desktop services. La soluzione più rapida è probabilmente il browser:

1. Tramite browser accedere a: https://rdweb.wvd.microsoft.com/arm/webclient

2. Autenticarsi con il proprio utente Azure AD

3. Eseguire le applicazioni o i desktop pubblicati per quell’utente

Buon divertimento con i Virtual Desktop di Azure 🙂