La visibilità su Google è uno degli obiettivi prioritari per chi ha un blog o un sito aziendale, per riuscire a spiccare sulla concorrenza è fondamentale organizzare al meglio le informazioni in modo che il Google Snippet sia completo ed accattivante.

Il primo punto di contatto tra un’azienda e i suoi potenziali clienti si chiama SERP, ovvero Search Engine Results Page (pagina dei risultati del motore di ricerca). La pagina dei risultati di Google (e di altri motori di ricerca) è composta da elementi ormai riconoscibili meglio noti come snippet.

Il Google Snippet viene creato in maniera automatica a partire dai contenuti della pagina web, con lo scopo di mostrare in anteprima gli elementi più attinenti alla ricerca specifica dell’utente. Sono due i metodi principali a disposizione del proprietario di un sito per suggerire i contenuti da usare per lo snippet:

  • tag delle meta descrizioni;
  • risultati multimediali (ad esempio una ricetta).

Le tre componenti fondamentali che costituiscono lo snippet di Google sono:

  • URL (Uniform Resource Locator) cioè l’indirizzo della pagina web, deve essere conciso, Seo-friendly e parlante (cioè deve descrivere l’effettivo contenuto della pagina);
  • Tag Title spiega in maniera rapida all’utente perché quel risultato è pertinente alla query e fornisce le informazioni principali sui contenuti della pagina. Deve essere sintetico e descrittivo e deve includere il brand in maniera concisa, evitando formule standard e ripetizioni;
  • Meta Description ha l’obiettivo di informare e catturare l’attenzione degli utenti con un breve riepilogo pertinente del tema della pagina web. È importante differenziare le descrizioni delle varie pagine e includere all’interno di ogni meta descrizione i dati principali della pagina, codificati in maniera chiara.
google-seo

Come ottimizzare lo snippet di una pagina web

Come anticipato, sono tre gli elementi che compongono uno snippet ed è su questi che dobbiamo concentrarci. La prima regola da seguire si chiama coerenza, tra quello che scriviamo sullo snippet e ciò che poi l’utente trova sulla pagina, questo tornerà indietro sulla SERP di Google. Ecco, quindi, qualche indicazione su come ottimizzare Title, URL e Description.

Come ottimizzare il Tag Title per la SEO

Il Tag Title è il codice HTML che specifica il titolo di una determinata pagina web, appare linkato al nostro sito nella SERP. È l’informazione più importante che possiamo fornire a Google per descrivere il contenuto della pagina che vogliamo posizionare. Il Tag Title è una delle prime cose e più importanti che i motori di ricerca cercano per la determinazione del contenuto e della pertinenza del sito, e questo, a sua volta, ha un grande effetto sul vostro ranking. I Tag Title più efficaci conciliano l’utilizzo delle parole chiave con l’essere lineari e concisi.

Ma ci sono alcune regole da rispettare per far sì che questo abbia l’effetto desiderato, cioè quello di aumentare il tasso di clic sullo snippet:

  1. Assicurarsi che ogni pagina del vostro sito abbia un Title diverso
  2. Essere specifici: il Title deve attirare i visitatori provenienti dalle pagine dei risultati di ricerca, perciò dovrebbe informare il visitatore sul contenuto specifico di ciascuna pagina
  3. Prestare attenzione alla lunghezza: Google ritaglia il Title nella pagina dei risultati dopo circa 60 caratteri (Yahoo arriva fino a 120 caratteri)
  4. Includere almeno una parola chiave nel Title di ogni pagina, simile o uguale al titolo H1 della pagina

Come ottimizzare l’URL (Uniform Resource Locator)

Un Uniform Resource Locator (in acronimo URL) è una sequenza di caratteri che identifica univocamente l’indirizzo di una risorsa su una rete di computer, come ad esempio un documento, un’immagine, un video, tipicamente presente su un host server e resa accessibile a un client. È perlopiù utilizzato dai programmatori per indicare risorse web (http), risorse recuperabili tramite protocolli di trasferimento file (ftp), condivisioni remote (smb) o accessi a sistemi esterni (ssh). La risoluzione dell’URL in indirizzo IP, necessario per l’instradamento con il protocollo IP avviene tramite DNS (fonte Wikipedia).

Il modo più comune per visualizzare un sito web è quello di inserire l’URL della home page nella barra di ricerca del browser. L’URL non serve solo per indicare un sito web, ma può anche definire ogni file contenuto all’interno delle pagine web. L’URL stesso contiene il nome del protocollo da utilizzare per accedere alla risorsa (per esempio http), il nome del dominio che identifica un computer specifico su Internet (come www.nexsys.it) e la descrizione gerarchica che specifica il percorso di un file nel computer.

Ad esempio, consideriamo il nostro URL https://www.nexsys.it/blog/

Questo URL è formato da tre parti:

  • https: è il tipo di protocollo utilizzato
  • www.nexsys.it: è il nome del dominio
  • /blog/ è lo slug, ovvero il percorso fatto per raggiungere il file specifico

Per la SEO un URL ben strutturato aiuterà a migliorare il ranking sui motori di ricerca. Creare URL Seo-Friendly significa avere maggiori chance di posizionare la pagina in cima ai risultati delle ricerche. L’indirizzo URL di una pagina web è uno degli aspetti più importanti sia per l’ottimizzazione per i motori di ricerca, che per l’usabilità. Esso influenza infatti:

  1. il posizionamento: mettere delle parole chiave nell’indirizzo URL è uno dei modi migliori per far trovare la nostra pagina (al massimo 2 keyword per ogni URL)
  2. il click-through rate: gli utenti considerano un URL leggibile più affidabile e sono più propensi a visitare il sito
  3. l’usabilità: se dall’URL si capisce di cosa tratta il sito, l’utente riesce a valutare il suo interesse. L’URL deve essere corto, 4 o 5 parole al massimo

Come ottimizzare la Meta Description

La Meta Description (o Meta Tag Description) è una stringa di testo, lunga circa 160 caratteri, nei risultati di ricerca. Si trova sotto al Tag Title e dà informazioni sulla pagina. È un elemento per ottimizzare una pagina web in ottica SEO.

I motori di ricerca usano la Meta Description per introdurre uno snippet, un risultato nella SERP. Questo campo rientra nei Meta Tag WordPress, informazioni che l’HTML permette di inserire all’interno del codice. La Meta Description nella SERP serve a descrivere il contenuto di una pagina nella SERP e ad aumentare il click through rate sulle pagine.

Lasciare la descrizione bianca significa precludersi delle possibilità importanti per incrementare il CTR. Google tende comunque a completare lo snippet prendendo i contenuti direttamente dal testo della pagina ma il rischio è quello di avere una frase decontestualizzata e che ha poco senso dal punto di vista semantico. Ecco qualche consiglio per scrivere description che funzionano:

  1. la lunghezza deve essere compresa tra i 130 e i 150 caratteri spazi compresi
  2. il testo della descrizione deve invitare all’azione quindi essere persuasivo
  3. nella parte finale ci deve essere una call-to-action per convincere meglio l’utente
ottimizzazione-sito-web

I 6 Google Snippet da ottimizzare al meglio

In aggiunta a URL, Title e Description, è possibile mettere in evidenza ulteriori aspetti del sito per catturare l’attenzione dell’utente, estensioni a cui prestare particolare attenzione nell’ambito dell’ottimizzazione SEO.

Sitelink

I Sitelink sono link aggiuntivi che Google genera dai contenuti dei siti, mostrati sotto alcuni risultati di ricerca, con lo scopo di aiutare gli utenti a raggiungere direttamente le pagine specifiche che contengono le informazioni richieste.

Google genera periodicamente questi sitelink a partire dai contenuti del tuo sito. I sitelink, nella sostanza, sono dei collegamenti aggiuntivi presentati per il primo risultato di talune ricerche. Questi collegamenti sono automatizzati, ma è possibile intervenire sul sito per organizzare al meglio i propri contenuti, ad esempio utilizzando anchor text e alt text in maniera informativa, concisa e senza ripetizioni.

Ancore interne

Un’ ancora nel linguaggio HTML è un collegamento ipertestuale interno, in grado di collegare tramite link un punto del documento HTML con un altro punto, situato all’interno dello stesso documento. Il termine ancora identifica l’etichetta del punto di destinazione.

La presenza di un indice con ancore interne si rivela particolarmente utile per l’organizzazione dei contenuti perché il motore di ricerca, quando analizza un sito, riconosce la sua presenza e il valore aggiunto che esso offre alla pagina.

Box Search

Un sito web che dispone di un motore di ricerca interno, poi, può implementare un form di ricerca in SERP personalizzato. Si tratta di un’accortezza particolarmente utile per l’utente, che ha la possibilità di navigare virtualmente all’interno del sito alla ricerca di informazioni specifiche ancor prima di entrare concretamente nel sito stesso.

Rating Snippet

Quando la pagina web fa riferimento a un prodotto o un servizio, aggiungere attraverso un plug-in le cosiddette “stelline” (il meccanismo di rating adottato da Google) consente di catturare l’attenzione dell’utente, fornendo informazioni preziose sulla valutazione che le altre persone hanno dato a tale prodotto o servizio. Oltre alle stelline (da 1 a 5), nel Google Snippet appare anche la valutazione in termini numerici e, eventualmente, il prezzo.

Featured Snippet

Si tratta dello Snippet in primo piano collocato da Google in cima ai risultati in quanto considerato la migliore risposta alla domanda formulata dall’utente. I risultati in primo piano sono estratti in maniera automatizzata dall’algoritmo di Google, che seleziona le informazioni che meglio rispondono alla query dell’utente.

Per produrre un contenuto capace di ottenere uno snippet in evidenza, può rivelarsi utile individuare una domanda precisa che potrebbe essere interessante per il proprio target di riferimento e rispondere sul proprio sito ad essa e ad altre domande correlate, lavorando su parole chiave a coda lunga.

Ricette, video, tabelle

Ricette, video e tabelle hanno un trattamento particolare su Google, dal momento che vengono mostrate in anteprima informazioni aggiuntive testuali e non solo. Per le ricette è possibile visualizzare gli ingredienti e un’immagine, per i video un’anteprima con l’annotazione del minutaggio in cui è possibile trovare la risposta alla propria domanda, per le tabelle i dati ordinati. L’ottimizzazione delle immagini e di tutte queste informazioni, pertanto, è di cruciale importanza.

Zero Moment of Truth

Il momento zero della verità (ZMOT)

Quando una persona realizza di avere un bisogno, una necessità o un’esigenza, la prima cosa che fa è soddisfarla. Nell’era del Web significa andare su Google e porre una domanda al motore di ricerca. Questo momento si chiama ZMOT (Zero Moment of Truth), cioè quel processo che porta l’utente a cercare su Google ciò di cui ha bisogno. Quali sono le sue caratteristiche?

  1. Avviene online e inizia quasi sempre con una ricerca su Google, Bing, Yahoo!, YouTube etc.
  2. È in tempo reale, 24 ore su 24, quasi sempre tramite smartphone (il mobile ha superato il desktop).
  3. L’utente ha il controllo totale sul processo che lo porterà a trovare ciò che gli serve.
  4. È un’azione di tipo emozionale: la ricerca nasce da un bisogno e il potenziale cliente fa un investimento emotivo.

Come facciamo per vincere nello ZMOT?

È necessario analizzare chi sono i nostri potenziali clienti (buyer personas), comprendere i loro bisogni e capire quali sono i loro momenti zero. Cosa cercano e come? Da queste due domande possono scaturire tante considerazioni che ci porteranno a delineare nella maniera migliore possibile le reali intenzioni di ricerca che si celano dietro ogni parola chiave.

Posizionamento sui motori di ricerca

Nexsys è al tuo fianco nel posizionamento del tuo sito

Il tuo sito non riceve abbastanza visite? Vuoi raggiungere maggiori risultati in termini di conversioni e profitti? Sei sicuro che il tuo sito internet sia moderno e facilmente navigabile? Scegli la nostra consulenza in ambito SEO su nuovi siti e su siti esistenti: ti offriamo un’analisi preventiva del mercato di riferimento e della tua concorrenza on-line per attivare le strategie di web-marketing utili a far aumentare il tuo business. Nexsys è al tuo fianco nel posizionamento del tuo sito!