Il servizio IaaS di Microsoft Azure più conosciuto ed usato è quello relativo alle Azure Virtual Machine. Ecco 5 trucchi utilizzabili fin da subito per risparmiare soldini nell’implementazione di questo servizio cloud che permette di avere in modalità Pay-per-Use una o più macchine virtuali con diversi livelli di performance, disponibili in qualche minuto e con un livello di resilienza Enterprise, frutto dell’infrastruttura sottostante.

Azure Virtual Machine

Come abbiamo evidenziato sopra è possibile eseguire tramite il servizio Azure Virtual Machines diversi tipi di workload, come ad esempio una applicazione, un database, una soluzione enterprise tipo SAP, oppure qualsiasi altro scopo/utilizzo. Le VM Azure sono disponibili in diverse “taglie” e possono far girare olte ai classici Sistemi Operativi Microsoft Windows, anche Linux e altri OS.

Prerequisiti

Per poter partire è necessario avere una Subscription Azure pronta all’uso, qualora non fosse disponibile sarà possibile creare da qui un account gratuito al fine di iniziare a testare e valutare i servizi.

Azure Virtual Machines

5 Tips per risparmiare sull’utilizzo delle Azure Virtual Machine

Ecco i 5 tips per risparmiare rispetto all’utilizzo del servizio di computing Azure Virtual Machine

1. Azure Spot Instance

  1. Dal portale Azure Azure portal
  2. Cliccare su Create a resource 
  3. Selezionare la voce Compute e poi successivamente Virtual Machine 
    1. Questo permetterà di iniziare il wizard di creazione di una Azure VM
    2. Selezionare il Resource Group
    3. Completare il nome della VM
    4. Selezionare una Region
    5. Selezionare una Image per la VM

Da qui sarà possibile selezionare la modalità Azure Spot instance che ti permetterà di risparmiare fino al 90% rispetto al prezzo della classica VM.

La modalità Spot Istance permette di utilizzare la capacità di computing non utilizzata in Azure. Questo tipo di funzionalità permette di risparmiare quindi sull’esecuzione delle VM a patto di essere disponibili a spegnere o a cancellare le VM nel caso in cui nei datacenter Azure ci sia bisogno di utilizzare le risorse.

La modalità Spot Istance è quindi consigliabile come utilizzo rispetto a quelli che sono workload critici, come ad esempio macchine di test o di sviluppo non particolarmente critiche. Nella policy di eviction possiamo scegliere se la VM potrà quindi essere solo deallocata, oppure anche cancellata.

Azure Spot Istance

2. Benefici Azure Hybrid

Sempre nel wizard di creazione della VM nel portale Azure, è possibile sfruttare i benefici dei contratti di Software Assurance, che garantendo il servizio di mobility della licenza permettono quindi di riutilizzare la licenza utilizzata on-premise e mapparla sulla VM Azure in Cloud. Questo meccanismo è utilizzabile su workload di tipo Windows Server e DB SQL Server, permettendo di ottenere un risparmio del 48%.

Azure Hybrid benefits

3. Auto Shutdown

Nella parte di gestione della procedura guidata di creazione della VM nel portale di Azure, è possibile abilitare lo spegnimento automatico. In questo modo è possibile indicare di spegnere la tua VM a una certa ora ogni giorno e inviare una notifica quando ciò è accaduto. Questo dealloca le risorse della VM e fa sì che la VM incorra in costi minimi, derivati solo dalla “reservation” delle risorse. Anche post installazione della VM è possibile abilitare le funzionalità di spegnimento automatico.

 

Azure-VM-auto-shutdown

4. Deallocazione delle risorse VM 

Un altro modo per risparmiare denaro con le VM è quello di spegnerle correttamente. Quando si accede alla VM e la si arresta da lì all’interno del sistema operativo, la VM è ancora in esecuzione e si continua a pagarla, poichè è in modalità di “reservation” delle risorse fisiche e logiche sottostanti. Quando si arresta la VM tramite il portale di Azure, si distribuiscono le risorse delle VM e si pagano solo i costi minimi per la VM. E quando spegni la VM, hai la possibilità di salvare il suo indirizzo IP, in modo che sia lo stesso quando si va ad avviare di nuovo la VM.

5. Ridimensionare le Virtual Machine

E’ importante fare attenzione a scegliere la dimensione giusta per la tua VM. Ci sono diverse dimensioni e tipologie tra cui scegliere e ognuna ha un prezzo diverso. Quindi è necessario valutare attentamente l’utilizzo della VM e ridimensionare il sizing della VM in base alle esigenze. 

Azure VM Size

Conclusioni

Le macchine virtuali di Azure sono uno degli elementi di base di diverse implementazioni IaaS in cloud; in questo post abbiamo evidenziato 5 suggerimenti per risparmiare soldini 🙂 con le tue VM in Azure. Per risparmiare più costi in Azure, consigliamo inoltre di controllare regolarmente la raccomandazione sui costi in Azure Advisor.

Se sei un IT Professionals e desideri approfondire le tematiche riguardanti il mondo Azure, scopri il corso di formazione Microsoft Azure Administration AZ-104 che ti insegnerà a gestire le sottoscrizioni di Azure, proteggere le identità, amministrare l’infrastruttura, configurare la rete virtuale, connettere siti di Azure e locali, gestire il traffico di rete, implementare soluzioni di archiviazione, creare e ridimensionare macchine virtuali, implementare app e contenitori Web, eseguire il backup e condividere i dati e monitorare la soluzione.

Apri la chat
1
Possiamo aiutarti?
Ciao 👋
Possiamo aiutarti?