Abbiamo già accennato al valore del posizionamento sui motori di ricerca in un precedente articolo. Oggi, invece, desideriamo illustrare gli step da seguire per posizionare un nuovo sito in Google, utilizzando alcuni servizi SEO e strumenti gratuiti reperibili online.

Le tecniche sono pressoché simili per tutti i motori di ricerca ma vediamo come elaborare una strategia SEO e cercare di posizionare un sito nei primi posti dei risultati di Google. La scalata della SERP non avviene dall’oggi al domani, ma solo con il tempo e l’applicazione di alcune strategie si può arrivare in alto.

10-passi-per-posizionare-un-nuovo-sito-in-google

Ottimizzare e posizionare un nuovo sito

Google è il motore di ricerca più usato dagli utenti di tutto il mondo: le persone si affidano a questo sistema per trovare consigli di salute, prodotti da acquistare, notizie e informazioni di ogni tipo.

Generalmente, i primi risultati forniscono già la risposta esatta. Ecco perché è importante posizionarsi bene su Google.

Di seguito 10 passi fondamentali che consigliamo di seguire per ottimizzare e posizionare un nuovo sito:

  • Google Analytics

Il primo passo da seguire è utilizzare gli strumenti messi a disposizione da Google per i gestori delle pagine web; tra questi il principale è Google Analytics, un tool che permette di monitorare il traffico del sito e scoprire tanti altri dati che possono aiutare nelle attività SEO: creare un account, ottenere un codice / ID di monitoraggio, inserirlo nel proprio sito verificandone così la proprietà (per chi ha un sito in WordPress, basta inserire il codice in Admin – Opzioni Tema – Strumenti Webmaster – Tracker Statistiche Sito).

  • Google Webmasters

Il secondo passo è quello di iscriversi a Google Webmasters Tool e di collegarvi il proprio sito, validandone la proprietà. In questo modo si verifica con Google che il sito appartiene effettivamente al proprietario dell’account Webmasters. Questo ottimo strumento è tra i più efficaci per il posizionamento di un sito. All’interno di Google Webmasters si possono trovare ottimi strumenti SEO gratuiti per migliorare il proprio sito ed il posizionamento online.

  • Sitemap

Una volta verificato il proprio sito con Google è buona regola per una corretta ottimizzazione inviare a Google, tramite Google Webmasters, una Sitemap del sito. La sitemap è un file XML, ma non solo, che contiene tutti gli URL, ordinati gerarchicamente, delle pagine di un sito web. Un indice html contenente informazioni utili per i motori di ricerca.

  • DMOZ 

Questa directory di siti web è presa in considerazione dalla maggior parte dei motori di ricerca e permette di dare più affidabilità al proprio sito e renderlo più “attraente” per le ricerche. DMOZ ha criteri selettivi nella scelta dei siti da inserire nella sua open directory project (odp).

  • Favicon

Se non ancora inserita nel sito, è importante inserire una favicon (ovvero un’icona che rappresenta il brand, presente in ogni pagina del sito), in quanto considerata negli algoritmi di ricerca. La presenza di questo fattore potrebbe influenzare la posizione di una pagina tra i risultati di ricerca.

  • Ridimensionare le immagini 

Altro passo importante per scalare la “classifica” è quello di ottimizzare le immagini per la SEO ossia ridimensionarle ed alleggerirle così da velocizzarne il caricamento delle pagine ed essere indicizzato meglio dai motori di ricerca all’interno del web. Inoltre, uno dei fattori determinanti per la bounce rate è proprio la sua velocità di un sito web (che dovrebbe aggirarsi tra 0,5 e 2 secondi).

  • Meta Tags

Le meta tags forniscono una descrizione di un sito web, ed è ciò che i motori di ricerca mostrano nella lista dei siti attinenti alla ricerca. Secondo alcuni, le meta tags non sono più determinanti tra i fattori che influiscono sul ranking di un sito nei motori di ricerca. Tuttavia, possono risultare un ottimo strumento per rendere il sito più fruibile agli utenti, permettendo di aumentare il tasso di utenti che cliccano sul risultato. Molto importante, inoltre, ottimizzare metatitle e URL delle pagine.

  • Errori

Controllare gli errori (di scrittura codice, di link etc.) è fondamentale per un sito, soprattutto se appena avviato, in quanto i motori di ricerca ne tengono conto.

  • Social Network

Ogni sito web ottimizzato, al giorno d’oggi, deve essere collegato ai social media più rilevanti: Facebook, Twitter, Google+, Linkedin, Pinterest, Instagram ecc… utilissimi per creare “Social Engagement” ed attrarre nuovi utenti. Esistono degli strumenti online, di cui alcuni gratuiti, per gestire tutti i propri social media account attraverso una singola dashboard, decidendo cosa e dove e quando postare. Uno di questi è HootSuite, famoso e in parte gratuito, che permette di gestire i propri social network insieme e con pochi click.

  • Contenuti

Ultima (ma non meno importante) regola per posizionarsi, valida per qualunque sito, è il continuo aggiornamento dei contenuti. La creazione di contenuti interessanti, che intrattengano e siano utili per gli utenti, permette di creare quel “Social Engagement” utile affinché sia i motori di ricerca che gli utenti online visitino il sito più di frequente, ottenendo così con più semplicità la “call to action” sperata.

10-passi-per-posizionare-un-nuovo-sito-in-google

Qualche altro piccolo trucco…

Fare SEO oggi vuol dire anche promuoversi in modo da far crescere l’awareness sul proprio brand sia nella mente dei consumatori, che nei sistemi dei motori di ricerca.

Oltre a quanto sopraelencato, noi di Nexsys – azienda informatica di Verona – desideriamo porre la giusta attenzione anche ad altri aspetti quali:

  • Google Search Console

    Evidenzia gli elementi su cui è necessario concentrarsi per migliorare la SEO del sito: errori 404titoli ripetuti o assenti, velocità di caricamento delle pagine e una sezione dedicata alla versione mobile del sito web. Dall’Aprile 2015 è fondamentale che un sito sia mobile friendly, altro fattore di ranking!

  • Keyword

    Scrivere i contenuti basandosi su specifiche parole chiave può facilitare la scalata verso le prime posizioni. L’obiettivo è far trovare le pagine agli utenti che digitano una specifica query nella barra di ricerca.

  • Link Building

    Creare una strategia dedicata alla link building è una delle tattiche SEO off site più usate ed efficaci.

  • SERP

    Attenzione ad ogni cambiamento della SERP, un monitoraggio costante permette di scoprire subito eventuali penalizzazioni di Google.

Con queste tecniche avrai più possibilità di migliorare il posizionamento del tuo sito web.

Il tuo sito non riceve abbastanza visite? Vuoi raggiungere maggiori risultati in termini di conversioni e profitti? Sei sicuro che il tuo sito internet sia moderno e facilmente navigabile?

Scegli la nostra consulenza in ambito SEO su nuovi siti e su siti esistenti: ti offriamo un’analisi preventiva del mercato di riferimento e della tua concorrenza on-line per attivare le strategie di web-marketing utili a far aumentare il tuo business. Nexsys è al tuo fianco nel posizionamento del tuo sito!

Apri la chat
1
Possiamo aiutarti?
Ciao 👋
Possiamo aiutarti?
X